Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

“Legati da una Cintola. Studi e riflessioni”, chiude il ciclo di conferenze l’appuntamento di sabato 13 gennaio con Rita Iacopino

Al centro dell’incontro un approfondimento del legame fra la Cintola e le collezioni del Museo di Palazzo Pretorio

 

Prato, 10 gennaio 2018 –  Sarà Rita Iacopino, conservatrice di Palazzo Pretorio, a concludere l’interessante rassegna di conferenze d’arte “Legati da una Cintola. Studi e riflessioni”. Sabato 13 gennaio alle 16.30 si parlerà di “La Cintola, il Palazzo Pretorio e alcune opere delle collezioni comunali”, un intreccio di arte e storia che trova forti connessioni fra le vicende della Cintola pratese e l’edificio che oggi ospita il museo, a partire dal processo a Musciattino di cui proprio al Pretorio, allora sede del tribunale, fu pronunciata la sentenza di condanna per il clamoroso e disgraziato furto della Cintola nel 1312.

Le mura dell’attuale Museo, al centro della vita pubblica urbana fin dal XIII secolo, raccontano le vicende pratesi attraverso gli stemmi dipinti e scolpiti lasciati dai podestà e capitani del Popolo e con gli affreschi che ne attestano la sua rilevanza civile. Il collegamento fra la collezione del Pretorio e la Cintola rimanda anche alla pieve di Prato (l’attuale Duomo) dove fino al 1434 era collocata la grande pala di Bernardo Daddi oggi al centro dell’esposizione Legati da una Cintola, senza tralasciare l’emozionante pala di Filippo Lippi che descrive la Madonna che dona la Cintola a San Tommaso, una delle opere di punta del Museo e oggi della mostra temporanea. Di questo e di molto altro parlerà la conservatrice Iacopino chiudendo il fortunato ciclo di incontri, con protagonisti alcuni dei componenti del comitato scientifico della mostra insieme a storici dell'arte e studiosi che hanno rilevato e approfondito le interconnessioni fra arte, storia, mito e religione con al centro la reliquia mariana. Un grandissimo successo di pubblico ha segnato tutti gli appuntamenti, registrando circa mille partecipanti complessivi. 

L’appuntamento è a ingresso libero fino a esaurimento posti. Per i partecipanti alla conferenza che desiderano prendere parte alle visite guidata a Legati da una Cintola è prevista la speciale tariffa 2x1 (oltre al biglietto di ingresso solo uno dei due partecipanti paga i 4 euro per la visita guidata).