Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

I ‘contenitori’ del Sacro Cingolo al centro della nuova conferenza d’arte di Palazzo Pretorio insieme a Marco Ciatti

Sabato 25 novembre insieme al soprintendente dell’Opificio delle pietre dure sarà percorso un viaggio nei secoli fra i vari custodi della preziosa reliquia, domenica 26 novembre il Museo ospita lo spettacolo “A piedi nudi. Omaggio a Rosa Balistrieri” all’interno delle iniziative della Giornata contro la violenza sulle donne. Ingresso libero

Prato, 23 novembre 2017 – Secondo la leggenda la Cintola fu consegnata al mercante Michele in un cestino di giunchi, una semplice custodia che nei secoli è stata sostituita da materiali e manufatti sicuramente più preziosi. Di questi parlerà Marco Ciatti sabato 25 novembre (ore 16.30) nel corso della conferenza “I ‘contenitori’ della reliquia”. L’iniziativa, a ingresso gratuito, fa parte della rassegna Legati da una Cintola, studi e riflessioni che affianca l’esposizione di Palazzo Pretorio e approfondisce le connessioni fra arte, storia, mito e religione con al centro la reliquia mariana.

La testimonianza del primo contenitore della Cintola ci viene consegnata dalla predella di Bernardo Daddi, con la madre di Maria, sposa di Michele, che consegna come dono nuziale la cintura dentro un piccolo cestino. Altre tipologie di contenitori hanno poi preso il suo posto, diversi e preziosi manufatti oggi opere d'arte, ma al tempo strumenti necessari per il culto. Sarà affascinante ripercorrere insieme a Marco Ciatti, soprintendente dell’Opificio delle pietre dure di Firenze, un viaggio a ritroso nei secoli fra i vari contenitori che hanno custodito il Sacro Cingolo mariano.

Nel fine settimana si confermano i due appuntamenti con le visite guidate (sempre alle 17) alla mostra “Legati da una Cintola”, per partecipare è necessario prenotarsi direttamente in biglietteria, fino a esaurimento posti. La visita guidata ha un costo di 4 euro da aggiungere al biglietto di ingresso; per i partecipanti alle conferenze d’arte è prevista la speciale tariffa 2x1.

Domenica 26 novembre alle 17 il Museo ospita infine lo spettacolo A Piedi Nudi. Omaggio a Rosa Balistreri, un concerto con il Duo Ammatte, Alessia Arena (voce) e Federica Bianchi (clavicembalo, pianoforte e percussioni domestiche). Ingresso gratuito.  Ai partecipanti sarà consegnato un voucher che permetterà la visita della mostra “Legati da una Cintola” con riduzione. L’evento è promosso all’interno delle iniziative per la Giornata contro la violenza sulle donne.