Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

luglio al Museo

meccanismo orologio

Il meccanismo dell'orologio di Palazzo Pretorio, costruito nel 1868 da Louis Delphin Odobey, ha segnato per molto tempo la scansione delle ore prima di essere sostituito da un moderno meccanismo elettronico

Il mese di luglio porta a Palazzo Pretorio la nuova temporanea Passato in giudicato, una personale di Simone Pellegrini, si confermano gli appuntamenti in terrazza, con MuseoLive Estate, mentre la corte del Museo si traforma in Milonga per una sera speciale. 

 

Calendario delle attività in programma  

 

Mercoledì 3 luglio ore 21 - Milonga Pretorio

La corte del Pretorio si trasforma per una sera in Milonga per una seducente serata di tango. Per gli ospiti focus di approfondimento su alcune opere della collezione legate al tema della musica.

Prenotazione obbligatoria 0574 1837860, ingresso 6 euro

 

Giovedì 4 luglio - Apertura prolungata fino alle 22

Dalle 18.30 ingresso speciale ridotto 4 euro. Chiusura biglietteria ore 21.30

Sarà possibile visitare la collezione e concedersi una vista spettacolare del tramonto dalla suggestiva terrazza del Pretorio

 

Mercoledì 10 luglio ore 19 - Vernissage Passato in giudicato  

Mostra personale di Simone Pellegrini, a cura di Veronica Caciolli. L’esposizione, in continuità con Pretorio Studio, progetto che dal 2016 apre all’interpretazione di artisti contemporanei il patrimonio culturale del museo, propone un nuovo grande lavoro dell’artista accompagnato dal coro di alcune selezionate opere precedenti, in risonanza formale e concettuale.

Dal 1996 l’opera di Simone Pellegrini evoca paesaggi arcaici, cosmogonie e cartografie che richiamano iconografie antiche, mistiche e pagane, in un movimento temporale dalle possibili origini demiurgiche al Medioevo. Il suo lavoro è uno scavo archeologico nella memoria collettiva e inconscia, talvolta riferito alla psicologia e alla psicanalisi.  

Ingresso gratuito. La mostra resterà aperta fino a domenica 8 settembre. 

 

Giovedì 25 luglio ore 21.30 - Museo Live Estate

Arte e musica nella terrazza del Pretorio. L’evento è preceduto da un focus alla mostra temporanea Passato in giudicato e alla collezione permanente.   

Costo concerto incluso nel biglietto di ingresso.