Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

MIRAGGI

2 ore di musica, 3 DJ, una location da favola, un evento speciale.
Palazzo Pretorio festeggia la sua quarta candelina offrendo ai suoi ospiti un’esperienza multisensoriale che connette arte e musica attraverso i ritmi e le atmosfere di Gea Brown, THX, Dan-I, tre protagonisti della scena elettronica.
 
DJ set in cuffia tra i capolavori d’arte lungo i tre piani del museo.
 
Brindisi di mezzanotte.
 
6 euro singolo e in coppia.
 
Info e prenotazioni: +39 0574 1837 860 

Arte classica e musica contemporanea si confondono, innescando un’esperienza multisensoriale fra le sale espositive di Palazzo Pretorio. Sabato 21 aprile, dalle 22, un evento speciale per festeggiare il quarto anno dalla riapertura del museo con Miraggi, un concerto in cuffia con i ritmi e le atmosfere di tre DJ della scena elettronica, ad ognuno il proprio piano. 

Miraggi è un appuntamento ideato da Veronica Caciolli che invita ad attraversare i sette secoli di storia conservati nel museo attraverso una rinnovata percezione di tempi e spazi, sinergici e sinestetici, affiorando da suoni che evocano immagini e immagini che evocano suoni.

Gea Brown, (Alessandra Tempesti) sound artist, sceglie di creare al primo piano dedicato al Rinascimento, un paesaggio sonoro che fonde l’ampio raggio della performatività vocale e il suono, ispirata dal felice esempio di Joan La Barbara.  Ampio e diversificato il bacino di ‘tracce’ a cui Gea Brown attinge per le sue stratificazioni, dalle pioniere della musica elettronica ai ritmi destrutturati della techno sperimentale contemporanea contaminata da echi di musica tribale, fino a sonorità concrete e di matrice noise, senza tralasciare la scena elettronica e elettroacustica italiana degli ultimi anni. 

Al secondo piano, le grandi pale d’altare dal Cinquecento al Settecento, sono immerse nelle architetture sonore di THX (Riccardo Tassi), che attingono ad un repertorio di musica ambient, sperimentale, techno ed electro. Grande passione di THX il disco in vinile, del quale coltiva dagli anni '80 una vera e propria ‘ossessione’. La sua esperienza di DJ lo vede proiettato nella musica elettronica, affiancata dallo scratching, dal turntablism e dalla produzione di brani originali. 

Il terzo piano, cadenzato dalle iconiche sculture di Lorenzo Bartolini e Jacques Lipchitz, affacciate sul panorama mozzafiato della città, esprimerà invece le sonorità di Dan-I (Andrea Lenzi), innamorato delle più seducenti voci nere, dall’Africa all’America Latina, fino al Jazz e al Soul. Dischi e musica elettronica sono un pretesto per assemblare un catalogo sonoro di sensazioni e citazioni. Un modo per scoprire ed esplorare universi sonori capaci di integrarsi con il pubblico. La sintesi perfetta tra un cuore che pulsa lontano dalla consuetudine e le emozioni che solo la club culture riesce ad esprimere.   

Due ore di musica nelle quali suoni e immagini si rincorrono per celebrare assieme al pubblico il quarto anno di riapertura del museo, con un brindisi di mezzanotte. Ultimo ingresso 23.45, musica in cuffia fino alle 24. Il biglietto è di 6 euro, sia per ingresso singolo che per una coppia. Per informazioni e prenotazioni 0574 183 7860,  www.palazzopretorio.prato.it

 Evento realizzato grazie al Bando dei Sistemi Museali nell’ambito del Progetto Regionale Piano Cultura 2018