Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

Due nuove opere nella collezione del Museo

Sono entrate ufficialmente a far parte della collezione del Museo di Palazzo Pretorio le due  nuove opere donate dal gallerista pratese Carlo Palli: il Consiglio Comunale nella seduta di ieri ha approvato la donazione. Si tratta di due straordinarie opere di arte contemporanea:  “Venere Maria - Nudo color seppia” di Michelangelo Pistoletto e “Victoire de Samothrace” di Yves Klein.

Entrambe saranno collocate al terzo piano, nella sezione dedicata all’Ottocento e al Novecento, vicine alle sculture di Lorenzo Bartolini e di Jacques Lipchitz. Le opere saranno sistemate nei prossimi giorni negli spazi previsti e saranno visitabili non appena il Museo di Palazzo Pretorio potrà riaprire al pubblico.

“Questa importante donazione arricchisce ancora di più il patrimonio artistico di Palazzo Pretorio e di tutta la Città di Prato - commentano Matteo Biffoni, sindaco di Prato e Simone Mangani, assesore alla cultura -. A Carlo Palli, collezionista d'arte di livello europeo, va il ringraziamento mio personale e di tutta la città per la sua generosità che è anche segno di attenzione e amore verso Prato".
Anche l'assessore alla cultura Simone Mangani gioisce per la donazione voluta da Carlo Palli. "Grazie a  queste due opere di artisti di importanza internazionale si arricchisce la collezione del Museo e siamo certi che tanti visitatori non vorranno perdere l'occasione di ammirare queste due donne straordinarie, non appena sarà possibile”.

LE OPERE
"Venere Maria - Nudo color seppia” di Michelangelo Pistoletto
 è una serigrafia su acciaio inossidabile lucidato a specchio, una delle opere più amate dell’artista, che rappresenta la moglie Maria Pioppi.

“Victoire de Samothrace” di Yves Klein
 è la riproduzione della “Venere di Samotracia”, rivestita dall’iconico blu brevettato da Klein.