Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Sei in:

Il corpo e l'anima. I luoghi e le opere della cura ospedaliera in Toscana dal XIV al XIX secolo

Dal 29 maggio 2015 al 14 settembre 2015

Grazie alla collaborazione tra Regione Toscana, Comune di Siena, Centro di documentazione per la storia dell'assistenza e sanità, dal 29 maggio al 14 settembre il Museo di Palazzo Pretorio farà da cornice alla mostra  Il corpo e l'anima. I luoghi e le opere della cura ospedaliera in Toscana dal XIV al XIX secolo a cura di Esther Diana e Francesca Vannozzi.

Attraverso una selezione di tavole, affreschi e arredi, il percorso espositivo toccherà la storia di sette grandi luoghi della sanità toscana, il Santa Maria della Scala di Siena, gli ospedali fiorentini di Santa Maria Nuova, San Giovanni di Dio e degli Innocenti, il Misericordia e Dolce di Prato, il Santa Chiara di Pisa e il Ceppo di Pistoia, in modo da valorizzare la storia delle istituzioni ospedaliere toscane e le loro funzioni, soffermandosi sull'accoglienza del povero e del pellegrino, sull'assistenza del malato e sull'infanzia abbandonata. La mostra, allestita in prima battuta al complesso museale "Santa Maria della Scala" di Siena, si sposterà così a Prato per raccontare uno spaccato originale della storia di sette luoghi della sanità toscana, custodi di opere di assoluto pregio come la bella "Madonna con Figlio tra i Santi Barnaba e Silvestro" di Lodovico Buti e il "Buon Samaritano" di Nicola Malinconico che fanno parte della collezione permanente di Palazzo Pretorio.